Li uso spesso per decorare la mia tavola di Pasqua, posizionati sul tovagliolo di ciascun commensale; non mancano mai nemmeno nel cestino del picnic di Pasquetta.

Sto parlando dei Cavagnetti, squisiti cestini (in dialetto ligure cavagnetto significa proprio “cestinetto”) di frolla che imprigionano uova sode colorate.

La ricetta varia a seconda della località ligure di provenienza, io ho scelto una versione fatta con squisita frolla e poco lievito.

Scommetto che anche a molti liguri suonerà nuova questa preparazione un po’ dimenticata.

Visto quindi che non si trova più tanto facilmente sulle tavole di Pasqua, ho voluto rispolverarla.

Nella ricetta vi spiego anche come colorare in maniera naturale il guscio delle uova…persino questo azzurro bellissimo è frutto di un ortaggio particolare!

 

 

Ingredienti per 8 “cestini” del diametro di 8 cm

Per la frolla
450 g di farina 00
300 g di burro
150 g di zucchero semolato
1 uovo
1 cucchiaino raso di lievito per dolci
I semi di 1 baccello di vaniglia
La scorza grattugiata di 1 limone non trattato
8 uova di gallina bianche
1 tuorlo d’uovo
1 cucchiaio di latte

Per colorare le uova
200 g di spinaci freschi
200 g di rapa rossa (anche precotta)
200 g di cavolo cappuccio viola
1 cucchiaio abbondante di curcuma in polvere
4 cucchiai di aceto di vino bianco
Olio di semi per lucidare le uova

Per la decorazione
2 cucchiai colmi di zucchero a velo
50 g di mompariglia
Acqua q.b.

Preparazione delle uova verdi
In un pentolino mettete gli spinaci puliti e coprite d’acqua, immergete anche le uova e portate ad ebollizione. Cuocete 20 minuti.
Spegnete, togliete le uova e mettetele in un contenitore di vetro. Filtrate l’acqua di cottura e versatela sulle uova fino a coprirle.
Aggiungete 1 cucchiaio di aceto e lasciate in infusione una notte intera. Il giorno dopo prelevate l’uovo e lasciatelo su un piatto ad asciugare senza strofinarlo.

Preparazione delle uova rosate
In un pentolino mettete la barbabietola tagliata a pezzi e coprite d’acqua, immergete anche le uova e portate ad ebollizione. Cuocete 20 minuti.
Spegnete, togliete le uova e mettetele in un contenitore di vetro. Filtrate l’acqua di cottura e versatela sulle uova fino a coprirle.
Aggiungete 1 cucchiaio di aceto e lasciate in infusione una notte intera. Il giorno dopo prelevate l’uovo e lasciatelo su un piatto ad asciugare senza strofinarlo.

Preparazione delle uova azzurre
In un pentolino mettete il cavolo tagliato a listarelle e coprite d’acqua, immergete anche le uova e portate ad ebollizione. Cuocete 20 minuti.
Spegnete, togliete le uova e mettetele in un contenitore di vetro. Filtrate l’acqua di cottura e versatela sulle uova fino a coprirle.
Aggiungete 1 cucchiaio di aceto e lasciate in infusione una notte intera. Il giorno dopo prelevate l’uovo e lasciatelo su un piatto ad asciugare senza strofinarlo.

Preparazione delle uova gialle
In un pentolino mettete la curcuma, le uova e coprite tutto con acqua, portate ad ebollizione e cuocete 20 minuti.
Spegnete, lasciate raffreddare, aggiungete 1 cucchiaio di aceto e lasciate in infusione una notte intera. Il giorno dopo prelevate l’uovo e lasciatelo su un piatto ad asciugare senza strofinarlo.

Preparazione dei cavagnetti
In una ciotola abbastanza capiente o nella planetaria setacciate la farina insieme al lievito, aggiungete lo zucchero, i semi di vaniglia, il limone e il burro freddo tagliato a tocchetti, cominciate ad impastare con il gancio a foglia, quindi incorporate anche l’uovo intero.

Quando avrete ottenuto la frolla mettetela per mezz’ora al fresco a riposare.

Trascorso il tempo necessario, stendete la pasta a 1 cm di spessore e tagliatela con un coppapasta della forma che preferite. Dagli scarti ricavate delle striscioline che stenderete ad uno spessore di ½ cm.

Spennellate il disco di pasta con del tuorlo d’uovo sbattuto con un po’ di latte quindi con il dorso di un cucchiaio formate una piccola fossetta al centro del disco e appoggiate l’uovo sodo precedentemente colorato ed asciugato. Con le strisce di frolla bloccate l’uovo incrociandole tra di loro. Spennellate anche queste con il tuorlo d’uovo e cuocete in forno preriscaldato a 170°C per circa 30 minuti.

Sfornate i cavagnetti e lasciateli raffreddare completamente.

Con un pennellino intinto nell’olio di semi lucidate la superficie visibile dell’uovo.

Con una “colla” a base di zucchero a velo, mescolato con un goccio d’acqua, spennellate la frolla quindi decorate con la mompariglia.