Mi sembra di sentirla mia nonna: “Bibi???!?!?!? Ma che fai la parmigiana di melanzane senza friggere le melanzane??? Quelle mani ti si riempiranno di vermi!”.

Cioè capite come sono messa io? Cresciuta col senso di colpa e col terrore di ritrovarmi mangiata dai vermi per ogni mancata frittura, poi uno da adulto si ritrova sul lettino dello psicologo e si chiede perché.

Ricordatevi:”Ogni volta che una melanzana viene grigliata, una nonna nel mondo si suicida tuffandosi nell’olio bollente”.

Dai su, ecccheppalle, ok FRITTO E’ BELLO, MA GRIGLIATO (A VOLTE) E’ MEGLIO!

Persino una peccatrice di gola come me, fedele alla regola del “nel dubbio, friggi”, ogni tanto ha bisogno di rompere gli schemi della tradizione e i soliti luoghi comuni che riportano l’equazione la griglia sta al sapore come Malgioglio alla mascolinità.

Fidatevi di me, per una volta mettete da parte la friggitrice, male che vada, vista la leggerezza, potrete mangiarne finché non vi appare la Madonna.

 

 

Quantità

Per 2 persone (se mangiate solo questo)
Per 4 persone (se la mangiate come antipasto)

Strumenti

1 teglia rettangolare di 12,5cmx22,5cm h 5cm

Ingredienti

300 g di melanzane grigliate (corrispondono a circa 500 g di melanzane crude, durante la cottura perdono quasi metà del loro peso),usate la varietà scura allungata
150 g di mozzarella fior di latte fresca lasciata 15 minuti a scolare
60 g di scamorza affumicata (se molto stagionata togliete la buccia)
50 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
350 g di passata vellutata di pomodoro (NO salse acquose con pezzettoni o pomodori pelati)
6 foglie di basilico
1 uovo
Sale
Olio evo (abbondante)

Nota 1: le dimensioni della teglia sono indicative, con questo tipo di contenitore e queste quantità la parmigiana sarà una pò più alta come piace a me ma voi fatela come preferite!

Nota 2 : è difficile ormai trovare melanzane amare, sono state selezionate nel tempo proprio per eliminare questa caratteristica sgradevole, motivo per cui ho saltato il passaggio di farle spurgare con il sale.

Nota 3: tagliate le melanzane spesse 1 cm, grigliatele da ambo i lati senza grassi sulla griglia a fuoco vivace per circa 2 minuti per lato; potete tagliarle sia nel senso della lunghezza che in verticale (ottenendo dei dischi) l’importante è che siano ben cotte (mi raccomando) ma nemmeno troppo! Devono rimanere un po’ carnose ed emanare un bel profumino di bruciacchiato per intenderci 😉

Nota 4: se non vi garba la buccia delle melanzane potete pelarle. Io la lascio perché mi piace un sacco!

Quando avrete finito di grigliare le fette di melanzane, confezionate la parmigiana mettendo a strati gli ingredienti, ricordatevi che dovrete fare due strati uguali quindi regolate la quantità degli ingredienti per ogni singolo strato.

Nell’ordine:

1) sul fondo della teglia stendete un paio di cucchiai di passata di pomodoro (fig. 1)
2) distribuite uno strato di melanzane coprendo l’intera base senza lasciare buchi (fig. 2)
3) su questo strato di melanzane, stendete, aiutandovi col dorso di un cucchiaio, ancora un pò di salsa (fig. 3)
4) sbriciolate con le mani il fior di latte e distribuitene metà uniformemente, fate lo stesso con la scamorza e cospargete anche 1/3 del Parmigiano (fig. 4)
7) sbattete l’uovo intero e distribuitene metà sui formaggi, mettete ancora qualche cucchiaiata di salsa, il basilico, salate e date un paio di giri abbondanti di olio evo (fig. 5)
9) chiudete con un secondo strato di melanzane sempre senza lasciare buchi (fig.6)
10)ripetete l’operazione dal punto 3

Quando avrete nuovamente chiuso con il terzo e ultimo strato di melanzane (fig. 7), distribuite ancora della salsa di pomodoro, spolverate con il Parmigiano e date un giro abbondante d’olio (fig. 8). Infornate per 30 minuti in forno preriscaldato statico a 230°C. Se volete sopra una crosticina croccante mettete la funzione “grill” gli ultimi 2/3 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di servire! La Parmigiana va divorata tiepida!

Ah…portatela in tavola con tonnellate di pane casereccio!

Parmigiana Light appena sfornata…